OPERATION KUPUS

Quest’anno il nostro impegno a sostenere l‘istituzione delle Cucine Popolari è intitolato al KUPUS, il cavolo cappuccio, così presente e diffuso nella cucina serba e che speriamo sia di buon auspicio per raggiungere anche quest’anno almeno i 5.000€ che negli anni scorsi, grazie all‘aiuto di molte persone, siamo riusciti a inviare in Kosmet con i progetti precedenti:

OPERAZIONE BRASNO
(farina)
2016

OPERAZIONE ULJE
(olio)
2017

OPERAZIONE PARADAJZ
(pomodoro)
2019

OPERATION KROMPIR
(patata)
2020

Le Cucine Popolari assistono da più di vent’anni le fasce più deboli di questa regione fornendo non solo un pasto caldo ma anche solidarietà e speranza. Dalla prima sede, allestita in una vecchia fabbrica, oggi i punti di produzione dei pani e della zuppa sono diversi e sparsi per coprire meglio il territorio. La consegna avviene tramite delle vecchie auto che si fermano lungo la strada, nel mezzo di niente, e dove le famiglie – per lo più anziani soli – compaiono per ricevere l’aiuto fornite di un secchio per la zuppa e un sacchetto per il pane.

Ci dai una mano anche tu a raggiungere l‘obiettivo dei 5.000€

per L’ACQUISTO DI BENI ALIMENTARI?

ecco come:

SCARICA IL FLYER

Clicca e scarica il flyer e giralo ai tuoi amici … oppure richiedici i volantini cartacei e te li inviamo noi 🙂 … scrivici: beloverevolution@gmail.com

LE CUCINE POPOLARI

OGNI SANTO GIORNO, NEI PANIFICI DELLE CUCINE POPOLARI, IN KOSOVO E METOHIJA, SI IMPASTANO, CUOCIONO E DISTRIBUISCONO OLTRE 2.500 KG DI PANE

È il cibo essenziale, destinato a un’umanità sofferente, impossibilitata a provvedere ai propri bisogni, discriminata su base etnica, isolata dal mondo. Le cucine popolari di Kosovo e Metochia forniscono da quasi vent’anni un pasto caldo a migliaia di persone indigenti nella regione. La guerra, le tensioni etniche, il malaffare e l’incertezza del futuro non hanno contribuito al miglioramento della situazione e come troppo spesso accade, sono i più deboli a pagare, bambini, anziani, donne e uomini che ogni giorno devono sconfiggere la disperazione, la solitudine, il senso d’abbandono, per affacciarsi nuovamente alla speranza … e così negli ultimi anni la situazione è addirittura peggiorata e sono sempre più le persone che chiedono aiuto a Svetlana, fondatrice instacabile dell’organizzazione. Dalla prima sede, allestita in una vecchia fabbrica, oggi i punti di produzione dei pani e della zuppa sono diversi e sparsi per coprire meglio il territorio. La consegna avviene tramite delle vecchie auto che si fermano lungo la strada, nel mezzo di niente, e dove le famiglie compaiono per ricevere l’aiuto. Nel tempo le cucine sono riuscite a dotarsi di un caseificio e di una fattoria, così da essere autonomi almeno in alcuni campi.

Le Cucine Popolari assistono da più di vent’anni le fasce più deboli di questa regione fornendo non solo un pasto caldo ma anche solidarietà e speranza. Da diversi anni la nostra associazione cerca di essere utile fornendo aiuti e danaro, quest’annoil nostro impegno a sostenere l‘istituzione delle Cucine Popolari è intitolato al KUPUS, il cavolo cappuccio, così presente e diffuso nella cucina serba e che speriamo sia di buon auspicio per raggiungere e superare almeno i 5.000€ che ogni anno, grazie all‘aiuto di molte persone, siamo riusciti a inviare in Kosmet con i progetti precedenti.

TIMELINE

SABATO 21 AGOSTO 2021

Oggi siamo andati a Prekovce, presso la sede principale delle Cucine Popolari in Kosovo, qui abbiamo incontrato Svetlana, fondatrice e coordinatrice delle Cucine, che abbiamo voluto ringraziare per avere fatto parte della nostra storia in questi primi nostri 10 anni ed esprimerle l’onore di averla come compagno in questo viaggio.

E’ stata anche l’occasione di definire i particolari finali dell’operazione “Kupus”  che dovremmo chiudere e rendicontare al più presto.

GRAZIE A …

Anche questo progetto, come quasi tutte le nostre iniziative, poggiano sul buon cuore di chi, attraverso il nostro lavoro, desidera essere utile a persone in difficoltà o meno fortunate.

Grazie per averci permesso di realizzare anche questa volta l’aiuto alle Cucine Popolari a: Silvia (Busto Arsizio), Curzio (Svizzera), Ambrogio, Andrea (Verona), Giulio, Chiara (Busto Arsizio), Gabriele, Enrico & Maria, Marialuisa, Gabriella, Paola, Danijel, Alfredo ed Emanuela (Busto Arsizio), Marisa e Claudia, Alfio e Luigia (Busto Arsizio).

Enter custom donation amount

Acquisto
SHARING IS CARING

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter per essere informato sulle attività di LOVE Onlus