This Campaign has ended. No more donations can be made.

RUN 4 SOLIDARITY

In occasione della 36° Maratona di Venezia infiliamo le scarpe da ginnastica per raccogliere fondi a sostegno dei centri sollievo e sensibilizzare sul problema della non-autosufficienza.
L’Italia oggi è all’ottavo posto tra i paesi con il maggior numero di persone affette: 1,4 milioni di malati, dei quali oltre 600.000 colpiti da Alzheimer.
Il Coordinamento Provinciale di Treviso di ANTEAS da anni organizza centri per l’assistenza alle famiglie e ai malati e con questa iniziative desideriamo sostenerne lo sforzo e l’impegno dei volontari

il progetto sollievo

Il progetto sollievo consiste nel costruire un luogo accogliente nel quale volontari preparati e formati al rapporto e all’assistenza accolgono il malato-ospite per alcune ore al giorno, per qualche giorno la settimana.
In questo luogo si svolgono attività specifiche e adeguate agli ospiti stessi, alle difficoltà legate alla loro patologia e al grado delle loro abilità residue.
Gli scopi del progetto sollievo sono molteplici: innanzi tutto quello di sollevare per alcune ore al giorno i famigliari del malato dall’assistenza diretta; in questo modo possono ricavare del tempo per svolgere quelle attività pratiche e burocratiche spesso demandate (parrucchiere, bollette, acquisti senza la pressione del tempo, ecc). In questo modo il famigliare può contrastare l’isolamento sociale causato dal peso dell’assistenza.
Nel pazienze l’isolamento sociale e autoisolamento è dovuto non solo alla patologia ma anche ai fallimenti cognitivi che questo ultimo mostra nell’affrontare le situazioni nuove; una persona con problemi di memoria fatica infatti a prestare attenzione e anche il semplice incontrarsi al bar con gli amici diventa difficile.
Il progetto inoltre offre sostegno alle famiglie in merito alla frequente vergogna provata che limita le azioni in quanto spesso non si sa dove andare, come agire, come gestire le pratiche burocratiche per chiedere aiuto; il progetto sollievo permette di inserire il malato in un percorso informativo che contrasta queste problematiche.
Le attività proposte durante la giornata hanno lo scopo principale di allenare le abilità cognitive residue dell’ospite e di conseguenza rallentarne il deterioramento cognitivo.

i runner

Scendono in campo per 42 kilometri lungo ponti e calli della più bella città del mondo Nicolò e Matteo, runners dal grande cuore che desiderano contribuire con la loro performance alla sensibilizzazione a un tema che sembra scomparso dall’agenda politica italiana ma che affligge in modo importante centinaia di migliaia di famiglie e che, in prospettiva, ne colpirà sempre di più

Nicolò e Matteo, entrambi di Mestre, hanno iniziato ad allenarsi insieme durante il periodo del covid e questa è la prima maratona per entrambi.
“Conosciamo il lavoro di LOVE e ANTEAS e abbiamo pensato di metterci a disposizione per contribuire a un progetto a favore di chi ha bisogno”.

Vuoi unirti ai nostri runner e aiutarci così a raccogliere più fondi per i centri sollievo?
Scrivici su whatsapp (335.7022607) o via mail (beloverevolution@gmail.com)

Come puoi contribuire

Puoi “acquistare” i kilometri che i nostri atleti percorreranno e contribuire così all’acquisto di materiali educativi per i centri sollievi come questi:

Sono giochi sensoriali che aiutano a indurre calma, a tenere le mani occupate e a ridurre lo stato d’ansia.

Ogni kilometro “costa” 2€ e dobbiamo coprirne almeno 82! Ecco come:

  • tramite bonifico, sul cc IT31F0306912080100000011273 intestato a LOVE onlus e con causale “run4solidarity” (il bonifico è deducibile dal reddito)
  • tramite PayPal e carta di credito, cliccando sul link: http://paypal.me/LOVEonlus
  • in contanti a: Verona, Treviso, Trento, Busto Arsizio, Torino, Lodi o Monza … contattaci: beloverevolution@gmail.com

Enter custom donation amount

Acquisto
SHARING IS CARING

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter per essere informato sulle attività di LOVE Onlus